BOOK NOW! 
logo

facebook
tripadvisor
instagram
whatsapp

Lorem ipsum dolor sit amet

Lorem ipsum dolor sit amet

Subscribe to our newsletter! 
BOOK NOW!
logo
blog

LO SMACAFAM
Gastronomia, cucina trentina, piatti tipici, gastronomia , piatti poveri,

LO SMACAFAM

Martina

2021-08-16 10:00

Lo smacafàm, piatto povero tipico della tradizione trentina.

DAI FRANCHI AI PRINCIPI VESCOVI
Storia, trentino, storia del trentino, principi vescovi,

DAI FRANCHI AI PRINCIPI VESCOVI

Martina

2021-08-12 11:16

Dai Franchi ai Principi Vescovi - breve storia del Trentino

GLI SPATZLE O GNOCCHETTI TIROLESI
Gastronomia, trentino, piatti poveri, tradizione trentina, ricette trentine, ricette tipiche, gastronomia trentina, ricette tradizionali, spatzle, gnocchetti tirolesi, spinaci, barbabietole, ricette con spinaci, ricette con barbabietola,

GLI SPATZLE O GNOCCHETTI TIROLESI

Martina

2021-12-27 09:00

Gli spatzle o gnocchetti tirolesi sono un altro piatto tradizionale, povero e gustosissimo che arricchisce le tavole del Trentino. Di derivazione tiro

DOLCI DI NATALE - IL ZELTEN
Gastronomia, Natale, trentino, val di non, cucina trentina, dolci trentini, gastronomia trentina, natale in val di non, dolci tipici, frutta secca,

DOLCI DI NATALE - IL ZELTEN

Martina

2021-12-20 09:00

Uno dei dolci di Natale per eccellenza nella tradizione trentina è il zelten. Diverso per consistenza e aspetto da quello altoatesino, nella versione

LA TORTA DI MELE
Gastronomia, tortiei tortelli patate piatto tipico gastronomia trentino piatto povero tradizione fritto, trentino, mele, val di non, cucina trentina, tradizione trentina, valli del noce, val di sole, ricette trentine, dolci trentini, torta, gastronomia trentina, ricette con le mele, torta di mele,

LA TORTA DI MELE

Martina

2021-11-15 09:05

Un grande classico della cucina trentina, la torta di mele è un comfort food che raggiunge il massimo del gusto nel periodo della raccolta, quando le

L'ALBERO DI NATALE DEL MONTE DI CLES
Curiosità, Natale, trentino, val di non, tradizioni trentine, natale in trentino, albero di natale, monte peller, famiglia micheli, giuseppe micheli, bruno micheli, cles, monte di cles, natale in val di non,

L'ALBERO DI NATALE DEL MONTE DI CLES

Martina

2021-11-08 09:00

Chi vive in val di Non sa bene di cosa si parla quando si nomina l'albero di Natale del "monte di Cles", e sicuramente molti turisti hanno notato ques

Gastronomia, tortiei tortelli patate piatto tipico gastronomia trentino piatto povero tradizione fritto, mele, piatto povero, cucina trentina, tradizione trentina, gastronomia trentina, golden delicious, ricetta vegetariana, frittelle di mela, frittelle di mele, ricette con le mele,

LE FRITTELLE DI MELE

Martina

2021-11-01 09:00

Le frittelle di mele

Curiosità, trentino, storia del trentino, val di non, tradizioni trentine, desmalgiada, desmontegada, monteson, alpeggio, pascolo, mondo contadino, antichi mestieri,

LA DESMALGIADA, L'ALPEGGIO, LA MONTESON

Martina

2021-10-25 10:00

La desmalgiada, l'alpeggio, la monteson

Gastronomia, trentino, gastronomia, piatto povero, val di non, piatti tipici, ricette trentine, ricette tipiche, polenta, polenta smalzada, polenta carbonera, polenta e funghi, farina di mais, mais bianco, gastronomia trentina,

LA POLENTA

Martina

2021-10-18 10:00

Tra i molti piatti tipici e poveri della tradizione trentina, sicuramente un posto importante è occupato dalla polenta. Piatto nordico per eccellenza,

Storia, trentino, storia del trentino, austria, napoleone, maria teresa, asburgo,

AUSTRIA, BAVARIA, FRANCIA: TRA IL 1700 E IL 1800

Martina

2021-10-11 10:00

Il Trentino tra il 1700 e il 1800

Storia, trentino, storia del trentino, val di non, san romedio, architettura, arte, basilica, eremo, santa lucia, martiri d'anaunia, sisinio martirio e alessandro, san biagio, sanzeno, senale, madonna di senale,

GLI EDIFICI RELIGIOSI IN VAL DI NON

Martina

2021-10-03 10:00

Breve descrizione di alcuni importanti edifici religiosi della val di Non

LA TORTA DA FRIGOLOTI
Gastronomia, trentino, val di non, gastronomia , ricette antiche, ricette trentine, ricette tipiche, dolci trentini, frigolotti, torta di frigolotti, torta, trentino da gustare, sapori trentini,

LA TORTA DA FRIGOLOTI

Martina

2021-09-20 10:00

La torta da frigoloti è un dolce tipico e antico della tradizione trentina. La prima ricetta scritta risale infatti al 1700.

IL LAGO DI SANTA GIUSTINA
Curiosità, trentino, storia del trentino, val di non, valli del noce, santa giustina, diga di santa giustina, ponte della mula, ponte dei regai, ponte alto, pont aut, torrente noce, castel cles, conti di cles, doss de pez, plaze di dermulo, ponte di castellaz, eremo di santa giustina, san romedio, rio novella, rio pescara,

IL LAGO DI SANTA GIUSTINA

Martina

2021-09-13 10:00

Il lago di Santa Giustina e i suoi segreti

RICETTE TRENTINE: LA SUPA DA ORZ (MINESTRA D'ORZO)
Gastronomia, trentino, gastronomia, tradizione, piatto povero, piatti tipici, tradizione trentina, minestra d'orzo, orzo, orzetto, ricette antiche,

RICETTE TRENTINE: LA SUPA DA ORZ (MINESTRA D'ORZO)

Martina

2021-09-06 10:00

Uno dei piatti più tipici, antichi e poveri della cucina trentina, la supa da orz o minestra d'orzo la fa da padrona tra le pietanze tradizionali. Per

LE SEGHERIE VENEZIANE NELLE VALLI DEL NOCE
Curiosità, trentino, storia del trentino, val di non, segheria veneziana, repubblica di venezia, tradizione trentina, vecchi mestieri, falegname, lavorazione del legno, valli del noce, val di sole, coredo, val di rabbi, dimaro, segheria,

LE SEGHERIE VENEZIANE NELLE VALLI DEL NOCE

Martina

2021-08-30 10:00

Le segherie veneziane nelle Valli del Noce

GLI STRANGOLAPRETI
Gastronomia,

GLI STRANGOLAPRETI

Martina

2021-08-23 10:00

Altro piatto povero tipico della tradizione trentina, gli strangolapreti sono gnocchi di pane, farina e spinaci che si servono tradizionalmente condit

LA DOMINAZIONE LONGOBARDA
Storia, trentino, longobardi, barbari, invasioni barbariche, necropoli, cristianizzazione, san vigilio, ducati, duchi, carlo magno, franchi, storia del trentino, val di non,

LA DOMINAZIONE LONGOBARDA

Martina

2019-11-17 10:03

Longobardi, i barbari che cambiarono la storia

LO STRUDEL DI MELE
Gastronomia, Natale, trentino, gastronomia, tradizione, strudel, dolci, mele, grappa, renette, golden, piatto povero, pasticceria, pasta fillo, sfoglia, pasta frolla, comfort food, gelato, panna montata, crema inglese, crema pasticcera, zucchero a velo, cucina, nonna,

LO STRUDEL DI MELE

Martina

2019-11-10 08:35

Lo strudel di mele, sovrano indiscusso dell’arte dolciaria trentina, la fa da padrone tra i dolci tradizionali.

I Mercatini di Natale
Curiosità, Natale, mercatino, trentino, Alto Adige, Bolzano, Trento, pergine, levico, fondo, ciaspolada, piazza Walther, feste, regali, regali di natale, artigianato, gastronomia, tradizione,

I Mercatini di Natale

Martina

2019-11-05 22:38

Una delle tradizioni più sentite nella nostra regione è sicuramente quella del mercatino di Natale

I tortiei da patate (tortelli di patate)
Gastronomia, tortiei tortelli patate piatto tipico gastronomia trentino piatto povero tradizione fritto,

I tortiei da patate (tortelli di patate)

Martina

2019-08-05 11:01

La buona cucina è onesta, sincera e semplice.

facebook
tripadvisor
instagram
whatsapp

Lorem ipsum dolor sit amet

Lorem ipsum dolor sit amet

Lorem ipsum dolor sit amet

DAI FRANCHI AI PRINCIPI VESCOVI

2021-08-12 11:16

Martina

Storia, trentino, storia del trentino, principi vescovi,

DAI FRANCHI AI PRINCIPI VESCOVI

Dai Franchi ai Principi Vescovi - breve storia del Trentino

Come già detto nel precedente articolo, nel 774 la zona del Trentino passò sotto il dominio dei Franchi con la formazione di una contea che poco si allontanava da quello che era il precedente ducato longobardo. Di certo si sa che i Franchi ripartivano le loro proprietà tra i figli e concepivano il regno come una forma estesa della proprietà privata, da cui la difficoltà di definire date, confini e protagonisti della storia. Inoltre a causa dell'analfabetismo sono pochi i documenti scritti che ci sono pervenuti.

Il dominio franco sul territorio trentino durò molto poco. Sappiamo che il condottiero franco Chramnichis venne definitivamente sconfitto dal duca di Trento presso Salorno intorno a 590 e che fino al 774 il governo fu retto da un duca, fino alla sua definitiva sconfitta e all'assorbimento del Trentino nel Regno Italico governato da Carlo Magno. In questo periodo Trento perse importanza politica aumentando però la potenza delle strutture ecclesiastiche, che stabilirono un vescovado assumento il controllo delle funzioni amministrative.

Dopo la morte di Carlo Magno tutto l'impero subì un periodo di turbolenze a causa delle guerre di successione dinastica finchè nell'843 si arrivò alla divisione del futuro Tirolo: Trento e la Valle dell'Adige fino a Merano furono assegnate al Regno d'Italia mentre le altre valli al regno franco orientale. L'instabilità durò comunque almeno fino al 951, quando Ottone I di Sassonia scese in italia e con l'appoggio del vescovo di Trento riuscì ad annettere il ducato di Trento al Ducato di Baviera, con l'intenzione di attribuire sempre più poteri temporali ai vescovi utilizzandoli come elemento stabilizzatore politico-militare nelle zone di transito.

Quando nel 962 Ottone ottenne la corona imperiale, il Trentino entrò a far parte del Sacro Romano Impero di Germania.

L'origine del principato vescovile di Trento pare risalga al 1004, quando il successore di Ottone III, Enrico II, scese in Italia per ripristinare la propria autorità sostenuto dal vescovo di Trento. Per ricompensare quest'ultimo pare che l'imperatore lo abbia nominato principe ma la prima fonte ufficiale riguardante l'istituzione di questo principato risale al 1027 con la nomina del vescovo di Trento Udalrico II a principe del territorio tridentino da parte dell'imperatore Corrado II. 

Il principe vescovo esercitava tutte le funzioni pubbliche, riscuoteva i tributi e amministrava autonomamente la giustizia. Tuttavia, come attestato dal codice elaborato tra il 1207 e il 1217, non gli era concesso di esercitare direttamente le pene capitali nè di occuparsi di questioni militari, per le quali doveva appoggiarsi a un feudatario di sua fiducia. Per questa ragione il potere vescovile venne eroso sempre di più dai conti del Tirolo, che spesso con violenti atti di usurpazione riuscirono ad assumere il controllo delle regioni che oggi corrispondono all'Alto Adige e al Tirolo del Nord mentre il Trentino e la pianura dell'Adige rimasero al principato vescovile. 

Il principato venne riorganizzato da Federico Vanga, figura di spicco nella storia del territorio. Egli raccolse tutta la documentazione storica a sostegno del potere episcolape temporale nel Codex Wangianus. Inoltre promosse il commercio e in particolare lo sfruttamento delle miniere d'argento. Contribuì anche allo sviluppo della città di Trento facendo costruire una nuova cinta muraria e iniziando i lavori di costruzione della cattedrale. 

I vescovi opposero una fiera resistenza agli atti dei conti del Tirolo finchè il principe vescovo Nicolò da Bruna (Brno, capoluogo della Moravia), eletto nel 1337, riuscì a limitare il potere dei nobili e a ristabilire l'unità del principato riorganizzandone l'esercito con lo stemma dell'aquila di san Venceslao, tuttora in uso come stemma del Comune e della Provincia Autonoma di Trento.

Negli anni successivi il potere dei conti del Tirolo venne gradualmente ridotto ad opera degli Asburgo finchè nel 1363 la contea non venne ceduta al duca d'Austria Rodolfo IV di Asburgo. 

Negli anni successivi il potere dei principi vescovi continuò  ad affievolirsi mentre il carico fiscale che essi imponevano provocarono nel 1407 una rivolta a Trento, nelle campagne e nelle valli in seguito alla quale venne approvato un primo statuto comunale. I rivoltosi vennero sconfitti dalle truppe asburgiche due anni dopo, tuttavia le istituzioni comunali non vennero soppresse. 

Gli anni del XVI secono sono segnati da conflitti e pestilenze che causarono l'inizio di una forma di resistenza al potere degli Asburgo. La rivolta del 1525 venne tuttavia facilmente sedata dagli austriaci appoggiati dal vescovo Bernardo Clesio, considerato il rifondatore dell'autorità dei principi di Trento, primo vescovo trentino e italiano dopo una serie di vescovi tedeschi. Nel corso del suo episcopato il capoluogo venne rinnovato con un nuovo assetto urbanistico e la costruzione della chiesa di Santa Maria Maggiore, anche in vista del Concilio ospitato dal 1545 al 1563. Le riforme avviate da Bernardo Clesio vennero completate dal suo successore Cristoforo Madruzzo, anche lui trentino. In questo periodo il Trentino godette di una grande scescita economica in ambito minerario, manifatturiero e commerciale. Inoltre la presenza di uomini di cultura e studiosi soprattutto italiani fece sì che gli ideali rinascimentali e la cultura italiana avessero grande diffusione. Con la Controriforma ci fu una definitiva diffusione della lingua italiana a scapito di quella tedesca.

I Madruzzo stabilirono una dinastia episcopale nel corso del XVII secono passandosi il titolo di principe vescovo per via ereditaria e controllando il principato fino al 1658. Successivamente il principato tornò sotto il dominio asburgico ottenendo tutta via alcuni vantaggi tra cui il completamento di parte del Castello del Buonconsiglio, la bonifica di zone paludose nella valle dell'Adige e l'introduzione della cosltivazione del riso. 

Nel XVIII secolo tuttavia la situazione peggiorò per le ingerenze pesanti del governo austriaco in quello del principato, con restrizioni economiche e doganali che provocano un arresto dei commerci che durerà fino all'invasione napoleonica del 1796.

Nel 1803 si realizza la secolarizzazione degli stati ecclesiastici e il territorio del principato farà parte del Regno di Baviera fino al passaggio di Trento e Bolzano al Regno d'Italia nel 1810. 

Il 1815 segna la scomparsa definitiva del principato vescovile, inglobato nell'impero asburgico. I titoli formali di Principe e Sua Altezza rimarranno al vescovo di Trento fino al 1953 quando furono aboliti da Papa Pio XII.

 

 

 

stemmatrento-1628759699.png